Il popolo dei Sami

Il popolo dei Sami, più conosciuti sotto il nome di Lapponi, abita l’estremo nord della penisola scandinava, contando non più di 75.000 unità, di cui circa 20.000 vivono in Svezia. In Lapponia vi sono tracce di insediamenti Sami risalenti all’Era Glaciale, circa 9600 anni fa.

Originariamente i Sami erano cacciatori e pescatori; presero a dedicarsi alla pastorizia di renne su larga scala nel corso del XVI e XVII secolo. Per quanto i Sami odierni siano ormai stanziali, un elemento del loro tradizionale nomadismo permane ancora nella pratica del pascolo, per cui i pastori di renne e le loro famiglie durante i mesi estivi seguono i branchi spostandosi dalle foreste verso le montagne.

Ren

Oggi, grossomodo il 10 % della popolazione Sami è  ancora legata alla pastorizia e alle renne, e continua a spostare i branchi per vasti territori, benché l’attrezzatura moderna come motoslitte, motociclette ed elicotteri sia d’uso comune e abbia rimpiazzato sci e cani. Nonostante i Sami siano stati sotto tutti gli aspetti pienamente assimilati all’interno della moderna società svedese, per molti versi essi mantengono con orgoglio e tanta energia la loro cultura e lo stile di vita tradizionale.

Sami

Jokkmokk, situato sul circolo polare, è un importante centro della cultura Sami dove ogni febbraio ha luogo il famoso mercato invernale dei Sami. Sono diversi i tour operator nel nord della Svezia che offrono pacchetti “esperienze Sami” per conoscere questa cultura antica. 

Per ulteriori informazioni riguardo la cultura Sami
www.visitsapmi.se
www.samiskinnovation.se
www.visitsweden.se
www.sweden.se
www.wikipedia.it